GREEN MONDAY: COSA C’È DI PIÙ ZEN DEL GIARDINAGGIO?

di Francesca Laureri

GENNAIO DA BLUE A GREEN

Ci risiamo: la tristezza invernale ha preso il sopravvento. Finite le feste, le cene e i giorni di riposo, la quotidianità vi ha di nuovo inghiottiti, con tutto lo stress che ne deriva. Gennaio è un mese di passaggio nel quale tendiamo a concentrare tutte le aspettative per il nuovo anno. In più sembra eterno: insomma, è come un lunghissimo lunedì.

Siamo riusciti in queste poche righe ad alimentare la vostra malinconia? Sì? Non vi preoccupate, è del tutto normale sentirsi scoraggiati in questo periodo, non a caso oggi è il Blue Monday: il giorno più triste dell’anno.

Di sicuro ne avrete sentito parlare, vari incastri hanno fatto sì che in questa giornata convergano quasi tutte le malinconie. A tutto però c’è una soluzione e noi vogliamo incoraggiarvi per far sì che da blue diventi… green, naturalmente!

ALEXANDRIA OCASIO-CORTEZ E IL GIARDINAGGIO

L’anno scorso la deputata statunitense Alexandria Ocasio-Cortez ha raccontato su Instagram come il giardinaggio sia utile per la sua vita lavorativa e personale, ma anche come questo hobby le permetta di sentirsi parte attiva di una trasformazione globale, più genuina e meno impattante. Voi vi ci dedicate mai?

“I feel like plants are a great accountability partner because they literally die if you don’t take time to tend to yourself and to them.” A. Ocasio-Cortez

IL VERDE CHE AUMENTA BENESSERE E PRODUTTIVITÀ

Vi ricordate quando vi abbiamo parlato di prevenzione del tecnostress? La cura del verde fa parte delle attività utili per salvarvi dallo stress legato all’iperconnessione e che si parli di un giardino, un terrazzo o anche solo di qualche piantina in vaso sulla scrivania dell’ufficio, porta moltissimi benefici mentali e fisici.

Il giardinaggio richiede concentrazione e dedizione: dare acqua con regolarità, nutrire il terriccio, rinvasare, potare, sono dei rituali di cui ogni pianta ha bisogno, ognuna con la propria ciclicità; tenere a mente tutte queste informazioni è un grande esercizio di memoria, oltre che un continuo apprendimento. Scommettiamo che una volta acquisita questa abitudine sarete più stimolati a imparare nozioni nuove?

È una coccola per il cervello, visto che si tratta di un esercizio calmante e rilassante; affondando le mani nella terra, il cortisolo, l’ormone dello stress, si abbassa e questo fa sì che l’umore migliori. Vedere poi i risultati della cura delle nostre piante regala enorme soddisfazione: un fiore che sboccia o un frutto maturo significano che abbiamo lavorato bene, con cura, e questo incoraggia a 360 gradi.

Ma non basta: avete mai pensato allo sforzo che deriva dal giardinaggio? Si tratta di un’attività fisica a tutti gli effetti, che vi farà consumare quasi 300 calorie all’ora!

Insomma, avete una lista di motivi per affrontare in modo più green e zen  le malinconie di gennaio e se vorrete fronteggiare questa giornata aggiungendo un tocco di verde alla scrivania, optate per un Aloe, una Pilea, una Felce di Boston o un Potus: purificano l’aria, regalano allegria e aumentano la produttività.

SEGUI FROG LEARNING

 

Segui la rana, fai un salto sui nostri social per essere sempre aggiornato sul mondo dell’e-Learning e del digital!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi