COSA OSTACOLA L’APPRENDIMENTO?

di Francesca Laureri

Ormai lo sappiamo: se un corso è ben progettato, maggiore attenzione riceverà da parte del discente, il che si traduce in una memorizzazione più rapida ed efficace dei contenuti. Sta all’instructional designer, però, capire cosa può agevolare l’apprendimento e condizionarlo, in bene o in male, immergendosi quindi nei panni del discente.

Ci sono alcuni aspetti che vanno a concorrere con il processo di apprendimento ed è importante tenerli a mente quando si struttura un corso di e-learning.

1 – Stimola le emozioni!

Si sa: più un contenuto è interessante e di valore, più facile sarà tenerlo a mente. Viceversa, se ciò che viene condiviso non risulta abbastanza rilevante sarà molto difficile impararlo! Per questo è fondamentale introdurre chiaramente già dai primi secondi il valore del corso, trasmettendo al discente la necessità di imparare certe nozioni. Lo si può aiutare, poi, utilizzando associazioni, schemi, metafore soprattutto visive, che vadano a evocare emozioni e dare concretezza a concetti sennò astratti.

2- Esercizi sì, ma organizzati

Le prove pratiche incoraggiano la memoria: ripetere, esercitarsi, aiuta a ricordare!

Il modo migliore per farlo è organizzare le esercitazioni, distribuendole con regolarità, così che la mente abbia il tempo sufficiente per lasciar sedimentare ciò che di nuovo si è imparato.

3- Attenzione ai vecchi ricordi

Quando un discente cerca di ricordare vecchio materiale mentre ne acquisisce di nuovo, si crea un’interferenza. Le nozioni già sedimentate e riportate alla mente rallentano il processo di apprendimento, confondendo il discente e portandolo così non solo a non memorizzare i nuovi concetti, ma a dimenticare anche quelli più vecchi, nonostante siano stati fissati da tempo. Come si può contrastare questo meccanismo? Incoraggiando l’apprendimento rendendolo semplice, ad esempio attraverso il design: più è pulito e semplice, meglio è. Importante anche spiegare i concetti in modo esaustivo e diretto: niente giri di parole ma messaggi chiari, che si fissano subito nella mente.

4- L’effetto transfer, in bene e in male

Quando vecchio e nuovo materiale hanno diversi punti in comune, può manifestarsi l’effetto transfer, che inevitabilmente condiziona l’apprendimento. Può farlo positivamente, nel caso in cui le vecchie nozioni semplifichino l’acquisizione delle nuove. Oppure, al contrario, il discente può trovarsi confuso e ostacolato nel processo di memorizzazione. Attenzione però: il transfer può manifestarsi nella sua accezione sia positiva che negativa durante uno stesso processo!

In alcuni casi, invece, non si manifesta proprio: a volte le vecchie nozioni, per quanto simili alle nuove, non intervengono sulla memoria.

5- Nutri la memoria visiva

La struttura che contiene le informazioni da memorizzare, inevitabilmente condiziona l’apprendimento. I concetti devono essere organizzati in modo chiaro e immediato. Ancora una volta torna in gioco la memoria visiva: usare grassetti, dividere in paragrafi, inserire sommari ed elenchi puntati è un grande aiuto concreto per il processo di apprendimento.

Immagini via Unsplash e Freepik

SEGUI FROG LEARNING

 

Segui la rana, fai un salto sui nostri social per essere sempre aggiornato sul mondo dell’e-Learning e del digital!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi