BUONI PROPOSITI PER IL NUOVO ANNO: VIA DAL TECNOSTRESS

di Francesca Laureri

via dal tecnostress immagine uomo dicembre

IL TEMPO DELLE SPUNTE

L’anno sta per finire. Siamo nel periodo delle cene, dei regali impacchettati accompagnati da biglietti ben scritti, del riposo, finalmente. Le vacanze dicembrine, ancor più di quelle estive, sono lente; hanno il ritmo calmo della neve che scende, attutiscono il martellante brusio quotidiano con una sonnolenza salvifica, che gratifica e nutre. È un tempo speciale, questo, e sarà retorico, ma è il tempo dell’affetto. E poi, soprattutto, dicembre è il momento delle spunte, del fatto e non fatto, delle prospettive che si materializzano in una lista di buoni propositi da rispettare fino a prova contraria.

E a proposito, avete scritto la vostra lista? Più che di intenzioni, però, perché non parliamo di obiettivi? Suona più determinato, contiene già un retrogusto di ricompensa. Ci pensiamo noi a suggerirvi un obiettivo per questo 2020, in palio c’è il benessere, in senso più vasto, che include lo stare bene fisicamente, ma anche una presenza determinante per poter vivere la quotidianità senza subirla. Senza stare male.

OBIETTIVO BENESSERE

Per raggiungere questo stato, è necessario imparare ad accantonare gli amati device almeno per qualche ora al giorno. Qualche mese fa vi abbiamo già parlato di digital detox, ma provate a pensare a che cosa, tra casa e ufficio, possedete e utilizzate. Lo smartphone, magari anche due, perché uno è personale, l’altro serve per il lavoro. Il tablet, che fa comodo per tanti motivi, tra cui leggere, guardare film mentre si è in viaggio, ma anche scrivere. Il computer, imprescindibile per qualsiasi attività lavorativa. E poi c’è la smart tv, e menomale, con tutte quelle infinite possibilità di svago. Insomma, potremmo andare avanti a elencare, ma il punto è che le ore che passiamo ogni giorno davanti a uno schermo salgono ogni anno di più. Le statistiche pubblicate da wearesocial relative al 2018 (quelle del 2019 usciranno a gennaio 2020, vedremo come ci saremo comportati online) parlano, per quanto riguarda l’Italia, di una media di più di sei ore al giorno connessi a internet. Sono circa 2200 ore l’anno. Un bell’ammontare di tempo, eh?

Ma non vogliamo demonizzare, dopotutto anche noi facciamo parte di questo sistema, ma ciò che vogliamo incoraggiare a fare è prestare attenzione, utilizzare, sì, ma con cautela, senza dimenticarsi che c’è un mondo offline che si merita di essere vissuto e apprezzato.

TECNOSTRESS: ATTENZIONE AD ANSIA E SOLITUDINE

Il vortice nel quale stiamo cadendo è pericoloso anche per la nostra salute, si parla sempre più spesso di tecnostress, technoaddiction, information overload, tutte problematiche collegate tra loro e che derivano da un utilizzo sempre più smodato della tecnologia. Si crea una dipendenza vera e propria, che causa sintomi importanti. Tra tutti, l’ansia. Ma chi è che non soffre d’ansia, oggi, direte. Vero, ma non è un bene, allora, cercare di arginare almeno una delle cause? La frenesia della presenza online, di questa continua ed esponenziale esposizione, porta anche a un’altra condizione triste, che è la solitudine. L’isolamento. Siamo sempre più soli.

È forse dickensiano parlare di solitudine a Natale, ma, a maggior ragione, pensiamoci, utilizziamo questo tempo per circondarci di realtà, di persone. Lasciamo in disparte le mail, i cuoricini, le spunte blu. Sì, si può rallentare e sentirsi meglio, più connessi (con noi stessi!) e consapevoli. La mente si rischiara, le idee si fanno più nitide senza tutto quel continuo assecondare notifiche e richieste. Le giornate diventano meno frenetiche e se vogliamo portare la mente al rientro in ufficio, beh, anche il tempo dedicato al lavoro si sfrutta meglio, con meno frustrazioni.

tecnostress woman multitasking pic by andrew neel

COME ELIMINARE LO STRESS DURANTE LE VACANZE

Quindi ecco qualche spunto per godere del vostro tempo liberandovi dello stress tecnologico:

  • Fate sport, camminate, sudate, uscite di casa in tuta, abbassate i livelli di cortisolo;
  • Preparatevi una colazione sana e abbondante ogni mattina, prendete tempo per sedervi a tavola e godervi il momento più bello della giornata, magari con la vostra famiglia. Vi verrà voglia di abbandonare l’abitudine di bere un caffè in piedi, ma di sfruttare questo tempo per voi, vi si schiariranno le idee sulla giornata e avrete un’energia diversa;
  • Dormite! Otto ore a notte, non di più, ma neanche di meno. Dormire poco non farà di voi dei super eroi, ma, anzi, vi espone a rischi fisici, vi rallenta, porta a improduttività;
  • Fate una cosa alla volta, dedicatevi ad attività manuali e lasciate perdere il telefono. Il tempo volerà;
  • Spegnete lo smartphone prima di andare a letto, ancora prima di infilarvi tra le lenzuola. Vietato controllare mail, messaggi e social prima di addormentarsi, sfruttate quel tempo per leggere qualche pagina di un libro, invece;
  • Compratevi un’agenda cartacea, da consultare ogni volta che state per prendere un impegno. Scrivete le cose da fare, con la penna;
  • Respirate con la pancia, fate caso alla respirazione, non è un gesto automatico come pensate.

Questi sono solo dei suggerimenti, ma siamo sicuri che quando inizierete a prendervi del tempo lontano dal costante assedio tecnologico vi verrà voglia di curare le abitudini sempre di più. E tutti gli obiettivi che state immaginando prenderanno una forma definita e più raggiungibile. Scommettiamo?

Buon anno!

SEGUI FROG LEARNING

 

Segui la rana, fai un salto sui nostri social per essere sempre aggiornato sul mondo dell’e-Learning e del digital!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi