IL DIGITAL LEARNING – 5 DOMANDE PER DARSI DELLE RISPOSTE

Online training

Margherita Portelli

Digital, micro, multidevice, user oriented, adattivo, blended. Come sta evolvendo l’apprendimento? Come dobbiamo abituarci ad imparare? Quali sono le linee guida da tenere a riferimento per orientarsi, scegliere, o magari creare il corso di e-Learning perfetto per noi?

Il nuovo modo di formarsi “a distanza”, nell’era dello smartphone migliore amico dell’uomo, è necessariamente in evoluzione. Dimentichiamo, quindi, le noiose sessioni formative che chiamavano infiniti sbadigli di fronte a un monitor, perché oggi le possibilità sono infinite.

Proviamo a sbirciare più da vicino cinque principi sui quali l’approccio educativo del digital learning di oggi si sviluppa. Proviamo a farlo ponendoci delle domande.

1 – Quando abbiamo smesso di giocare? Gamification e altri trucchetti

Ritrovare l’adrenalina della sfida, il piccolo brivido della competizione, lo spasso del gioco. Impossibile a lavoro, fra una riunione e la pausa caffè? Non è detto. La gamification, intesa come l’utilizzo di elementi mutuati dai giochi e delle tecniche di game design in contesti esterni ai giochi, quali l’apprendimento, oggi è imprescindibile per fare engagement: una sana competizione fra colleghi-discenti, una logica di punteggi e una impostazione dei traguardi con i dovuti reward: sono tutti elementi che hanno a che fare con la fidelizzazione e il coinvolgimento.

2 – Meglio un uovo oggi? Micro learning is the way

Poco e spesso. È da tempo che ormai lo abbiamo capito: la formazione va organizzata in pillole, da assumersi “a piacere”. I nostri intervalli di attenzione, infatti, si stanno riducendo e anche la formazione aziendale oggi va nella direzione del micro learning, micro-apprendimento a piccoli scatti, spesso tramite video, da fruire (anche) sui dispositivi mobili.

3 – Conosci questa storia? Il potere dello storytelling

C’era una volta… una storia. Passare dal piano dell’enunciazione a quello del racconto – per trasferire una nozione – può essere strategico per catturare l’attenzione di chi ci sta di fronte. Permettere al discente di calarsi in uno scenario, in una realtà, contribuisce ad “agganciarlo”.

4 – Si sta bene al centro? Da una logica push a una logica pull

Ci piace vivere da protagonisti, ve ne siete accorti? Scriviamo recensioni, partecipiamo a sondaggi, commentiamo, consigliamo e giudichiamo. Chi ce lo fa fare, di fronte a un corso, di fruirlo solamente? Perché dovremmo accettarlo? È necessario uscire da una logica push (eterodiretta) per approdare a una logia pull. Il discente al centro e, sviluppata intorno a lui, la formazione.

5 – Tanto e bene stanno insieme? Contenuti ricchi e di qualità

Contenuti curati e costantemente aggiornati. L’apprendimento moderno deve necessariamente essere ricco di contenuti e caratterizzato da una ormai imprescindibile qualità.

SEGUI FROG LEARNING

 

Segui la rana, fai un salto sui nostri social per essere sempre aggiornato sul mondo dell’e-Learning e del digital!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi